Lunga Via delle Dolomiti - squared.jpg

Lunga Via delle Dolomiti

La Lunga Via delle Dolomiti è una rete di itinerari ciclabili tra la provincia di Belluno e il Sud Tirolo che segue una vecchia ferrovia. Gran parte del percorso ciclabil è proprio sul sedime della strada ferrata dismessa tra Calalzo, Cortina e Dobbiaco, sfruttandone ponti, terrapieni e gallerie originali.

 

Affascinante percorso in bici tra le montagne più suggestive del mondo, la Lunga Via delle Dolomiti è un itinerario di 60 km circa che attraversa boschi e paesi, ma si sviluppa interamente su pista ciclabile e resta ben segnalato lungo tutto il tragitto.

 

Sullo sfondo si è circondati dalle cime dolomitiche più note agli amanti della montagna. Antelao, Sassolungo di Cibiana, Pelmo, Rocchette Croda da Lago, Croda Marcoira Faloria, Cristallo Pomagagnon Fiames, Cinque Torri, Tofane, Monte Piana, Tre Cime di Lavaredo, Tre Scarperi, Picco di Vallandro.

 

Composto da tratti di strada asfaltati per la quasi totalità del percorso, la Lunga via delle Dolomiti è quindi un itinerario emozionante, ma che non presenta grosse difficoltà e con pendenze moderate resta quindi alla portata di tutti.

 

La partenza ideale è in Veneto, dalla stazione di Calalzo di Cadore, dove appunto originava la ex ferrovia. Altro innesto consigliato è Pieve di Cadore. Il percorso della Lunga Via delle Dolomiti si svolge sempre non lontano dal tratto stradale fino a quando non scende a seguire il corso del fiume Boite. Questo è il punto più basso prima di risalire verso Cortina e progressivamente fino ai 1550 metri di quota di Cimabanche. Si tratta del picco di questa ciclabile: da qui in poi si scende e l’’itinerario volge quindi al suo termine spostandosi in Alto Adige fino all’arrivo a Dobbiaco.

Cerca "Lunga Via delle Dolomiti" nella barra di ricerca per trovare i bike shop che offrono servizi su questo itinerario.